Continuo a guardare BBHMM di Rhianna

E continurò a guardarlo: ecco perché

Beatrice Bellavia 17\11\2015


Una mattina mi sono svegliata e ho pensato che sarebbe bello guidare l'umanità, o almeno la mia generazione,  verso la liberazione dal terribile vizio da cui è affetta: osservare un oggetto non per quel che è davvero ma per il suo significato sociale.Una simile attività non è da ritenersi malvagia in se', basta non confondere i due elementi, basta avere la giusta chiave di interpretazione. Io non ce l'ho, non ancora, sarebbe fantastico averla già adesso che ho ventuno anni e se ce l'avessi probabilmente  starei già distribuendo la ricetta di disintossicazione dai mali del mondo a tutti i miei amici.  Quindi ho pensato di iniziare la ricerca di questa chiave in un videoclip in grado di soddisfare dei criteri di popolarità decisamente alti. Non un tormentone qualunque, ma un'opera il cui protagonista è tutto quello che, sotto sotto, vorremmo essere almeno per un giorno o un'ora della nostra vita.
E alla fine ce l'ho fatta, ho raggiunto un livello di gran lunga superiore ad ogni aspettativa. Un altro universo, una grande pop star, una situazione che calzava a pennello con le mie intenzioni. Uno spiraglio divino, balcone sull'universo: il mio, il nostro.

B I T C H   B E T T E R    H A V E    M Y    M O N E Y 

Sarà meglio che tu abbia i miei soldi. Come mai questa canzone ha avuto così tanto successo? La potete vedere qui

 

e tradurre qui.  Perchè sta facendo impazzire tutti?

Cerchiamo di ricostruire passo per passo quel che sta succedendo. Siamo sullo sfondo di una potenziale Los Angeles, quella di chi se la può permettere, rappresentata dalla certamente più bionda, ricca e snob moglie che abbiate mai visto. E' sera e lei saluta il coniuge perchè deve probabilmente far prendere aria al suo volpino. Ma Rihanna sta arrivando, a bordo di un pick-up, trascina un baule enorme. Non sembra allegra, e non è difficile immaginare chi sta per finire nel baule. A rapimento compiuto, la scena si sposta on the road, la protagonista si accende una canna mentre le sue due aiutanti sistemano il fardello su un'altra macchina; lei fuma, riflette. E la mattina dopo guida, baciata dal sole, una decapottabile sul cui sedile posteriore è sistemata la vittima, nuda legata, stordita.

Trovano un capannone e la appendono a testa in giù, giocano con lei, passano il tempo mentre la protagonista, 'badgirl' per eccellenza, cerca di telefonare a qualcuno. Ci riproverà di nuovo, più tardi, da una cabina telefonica di una stazione di servizio desertica, senza ottenere risposta. Diventa sempre più arrabbiata, e dopo aver dato fuoco a un'altra macchina ancora si accende un'altra canna. Ancora. Il giorno dopo siamo su una nave in mezzo all'oceano; le ragazze si rilassano, la vittima vomita, Rihanna è infastidita dalla sua debolezza e spara al telefono con un taser dopo l'ennesima chiamata senza risposta. Dopo la gita in mare aperto, un poliziotto le saluta con fare innocente, ignaro della situazione generale, e la vicenda si sposta nella camera di un motel. Rihanna decide che si sta troppo annoiando, è ora di divertirsi un po', di tirare fuori una bong e far passare alla povera bionda cotonata un po' di ore felici, le più felici della sua vita probabilmente. Si balla, si ride, si beve e si fuma, si chiacchiera con l'agente di polizia della scena prima, ma il giorno dopo non è più tempo di scherzare. Si chiude il cerchio, le ragazze tornano sulla scena del rapimento, nella casa della Los Angeles splendente, e finalmente capiamo il senso di tutto questo viaggio: la 'bitch' di cui si parla non è bionda,ma  è proprio il gestore contabilità della nostra cantante furiosa, che evidentemente non si è comportato bene. A nulla è servito rapire e prendere in ostaggio la sua compagna, forse non è con lei che bisognava prendersela, forse i metodi sono stati un po' spinti, ma ormai è tardi. Riri accarezza il bisturi, il povero contabile è legato ad una sedia, non può scappare, il suo destino è segnato. La posta in gioco è alta e la mattina seguente, la nostra anti-eroina è sdraiata nel baule galeotto, ricoperta di soldi e sangue, si gode nuda la sua canna del buongiorno. 

Come ha fatto questo video a scalare le classifiche? Ok, ricorda più un film che un video musicale,ma questo ormai lo fanno tutti. Dunque apparentemente non c'è una risposta logica, ma dopo averlo guardato almeno una decina di volte si capisce che cosa abbia di speciale:

1 - Si rivolge a un pubblico di (soli) adulti. Non esistono filtri, nessuna delle attività lecite e non di questo videoclip è celata con sciocchi trucchetti, a nessuno interessava farlo. Ogni cosa è alla luce del sole, dalle intenzioni delle protagoniste alle loro nudità. Sembrerebbe una forma di ribellione al perbenismo mediatico che ha sempre permeato tutte le cose finora trasmesse. In ogni caso è una strategia squisitamente efficace per attirare l'attenzione del pubblico.

2 - Oltre che per l'abbattimento dei nostri tabù, questo video è speciale perchè supera tutte le ideologie e tutte le dicotomie tradizionali di cui abbiamo sentito parlare finora. Forse più che superarle, le glissa totalmente, se ne frega. Qualcuno vedendolo potrebbe definirlo scandalosamente misogino per il trattamento riservato alla bionda, misantropo per la fine che fa il contabile, razzista perchè Rihanna se la prende con dei bianchi, ma la cosa bella è che non è nulla di tutto questo. A Riri interessa solo recuperare dei soldi, perchè dovrebbe preoccuparsi dei mezzi? E' il ragionamento più puro e, paradossalmente, innocente nella sua semplicità che possa esistere: voglio qualcosa e me lo prendo.                                 

 

3 - Si sgancia da un altro genere di perbenismo: quello usato solitamente per descrivere gli USA. Esistono alcuni leitmotiv stravisti e già rielaborati per raccontare questo paese nei film o nelle forme di comunicazione massive: il college, il ballo studentesco o il mondo incantato di chi ha un sacco di soldi. Rihanna penetra con forza in quest'ultima dimensione e la ribalta completamente, distruggendola. Per questo siamo tutti felici, anche inconsciamente, del fatto che non ci sia censura: siamo stufi di vedere protagonisti i benestanti di Los Angeles vincere nella loro bolla dorata o, in alternativa, un eroe ribelle che in fondo ha un cuore d'oro. Qui nessuna delle due cose è ammessa. Vengono sconfitti 'i ricconi felici' attraverso canali umani e primitivi allo stesso tempo. E' questo il nuovo sogno americano.

4 - Questo video ci confonde e disorienta. Con le spaventose inquadrature di tette, con una melodia di sottofondo azzeccata, con l'assenza di effetti speciali. Chi è il buono e chi il cattivo? Impossibile dirlo.

5 - A qualcuno potrebbero sembrare delle ovvietà, ma sono i potenziali motivi per cui canticchiate questa canzone contro la vostra volontà tornando a casa la sera; o per cui sognate di fare a pezzi i vostri debitori /nemici con una motosega, per poi fumarvi una canna sui loro resti, soddisfatti e belli come dei.

, Beatrice Bellavia

Lascia un commento all'articolo