Ciao Dark Polo Gang: benvenuta Dark Polo Gang

E adesso che cosa succede?

Carlo Cosio 25\05\18

Quando i Beatles si sono sciolti, non si sopportavano proprio più. La colpa non era di Yoko Ono - come ha ammesso qualche anno fa Paul McCartney - ma dei Beatles stessi, che non volevano più venirsi incontro e che minacciavano di lasciare il gruppo ad ogni minimo problema. Questa settimana invece il padre di Arturo ha annunciato che Dark Side Baby lascerà la Dark Polo Gang, eppure nemmeno gli ultimi tre episodi della serie prodotta da Timvision rilasciati stamattina hanno confermato ufficialmente la notizia, mostrando piuttosto una Dark alle prese con litigi e abbracci come una qualsiasi famiglia.

Capire quindi come si evolveranno i rapporti tra Arturo e la Gang è una storia che di ufficiale ha ancora ben poco e che soprattutto non ha come unica possibile soluzione la fine di ogni rapporto tra lui e il resto del gruppo.

Come ho scritto qualche mese fa all’uscita di Sick Side, Arturo sembrava non aver seguito la svolta trash di Twins, preferendo suoni più personali e crudi. Per mesi poi si è fatto vedere poco in giro con la Gang e ultimamente qualche problema di droga a livello legale e soprattutto di salute lo hanno convinto a fermarsi un po’ per rivedere le proprie abitudini.

Non si scopre oggi insomma che la strada di Arturo stava prendendo una direzione diversa e più solitaria (Si è fatto anche tatuare “Solo” in fronte, NdR) e anzi sembra che si stia solo parlando di qualcosa che stava già succedendo.

Side, infatti, starebbe male su British come su Cono Gelato, tipologia di pezzi che adesso che la Dark ha un contratto con Universal, sentiremo sempre di più, perché sono gli stessi pezzi che hanno attirato la maggior fetta di pubblico e, a ruota, personaggi tipo Fedez e altri big dell’industria. Come dice Wayne, da un certo punto in poi quattro ragazzi non possono competere da soli e se decidi di entrare nel mondo dei grandi devi anche smettere di fare solo quello che vuoi e provare a fare il tanto rincorso “disco da Major”.

Arturo e gli altri hanno probabilmente capito che era il momento di decidere una strada e imboccarla, semplificare e definire il suono, l’immagine e provare a cambiare di nuovo pelle per fare il salto di qualità che gli permetta di diventare i nuovi Pooh. Perché stare lì a metà non avrebbe giovato né all’uno né agli altri.

Eppure facendo discorsi troppo drammatici sulla fine del 777, si sottovaluta la capacità della Dark di cambiare e di adattarsi a nuovi scenari. Perché pensare che dire “Arturo lascia la Dark Polo Gang” si riduca automaticamente a una fine tragica stile Beatles, è limitante e anche un po’ noioso. La Dark Polo Gang, infatti, si è sempre comportata più come un collettivo che come un gruppo e oggi Triplosette Ent. è una società che comprende anche un’etichetta discografica. Non so se l’8 Giugno, quando Side suonerà ai Magazzini Generali per la prima volta da solista, verrà dichiarato qualcosa, non so sinceramente come questo processo di distacco verrà ufficializzato in qualche modo – dato che per quanto vada avanti da mesi e sia anche uno dei temi principali della Serie – la notizia è uscita perché il padre di Side si è fatto sfuggire un commento alla fine della presentazione di un suo film a Prato.

L’unica cosa di cui posso dirmi sicuro è che semplificare le cose con la DPG è sempre un peccato perché fa perdere il vero divertimento e che – posto che Side si rimetta con la salute, che è una cosa seria – seguire il futuro della Gang non era così interessante da un po’ di tempo.

 

, Carlo Cosio

Lascia un commento all'articolo